Artist statement on “Urban Inconceivable”

 

English:

“Urban inconceivable” means recognizing the good, the fascinating, the aesthetically pleasing. It is made ​​of combinations of urban daring and improbable things, yet real. There are tabernacles and gas stations, old  buildings and contemporary chaotic construcions, porn cinemas and  old time haberdasheries, road signs, billboards and commercial advertising, graffiti. And the combinations are not only based on composition and color, but also on grammar and semantics. Surprising results are born, now trivially conflicting, now simply complementary, now unintentionally comic, admirably wonderful, and spectacularly paradoxical. “Urban inconceivable” makes much more sense than the opposite “urban conceivable”, meaning that the visual surprises we encounter every day in our cities are beyond our imagination.

Italiano:

Inconcepibile urbano è riconoscere il bello, l’affascinante, la piacevolezza estetica fatta di e provocata da accostamenti urbani ardimentosi e improbabili, ma pur veri. Ecco dunque tabernacoli e distributori di benzina, costruzioni antiche ed edilizia caotica contemporanea, cinema a luci rosse e mercerie d’altri tempi, segnaletica stradale, cartellonistica pubblicitaria e commerciale, scritte murali, altri grafemi urbani. E gli accostamenti non sono solo compositivi e cromatici, ma anche e soprattutto, grammaticali, semantici. Nascono risultati sorprendenti, ora banalmente stridenti, ora semplicemente complementari, ora involontariamente comici, fino a mirabilmente stupefacenti, e spettacolarmente paradossali.

Inconcepibile urbano in questo senso appare molto più del contrario di concepibile urbano, a significare che le sorprese visive che le nostre città, le nostre periferie ogni giorno possono generare ed offrire alla nostra osservazione, sono al di là di ogni nostra immaginazione.

 

 

© Copyright Andrea Spinelli
term paper layout for college | custom essay writing | NY criminal attorney